BIENNALE D'ARTE DI ASOLO, I PREMIATI.

Proclamati i vincitori delle diverse sezioni, in esposizione fino al 24 giugno. L’omaggio al paesaggista Umberto Moggioli e le fotografie di Wowe.

Nel corso della cerimonia di inaugurazione alla Loggia della Ragione, sono stati annunciati sabato 12 maggio i vincitori della seconda edizione del Premio Internazionale Biennale d’Arte di Asolo.
La giura, composta da Wowe Wolfgang Wesener, Carlo Motta, Giulia Sillato, Donata Demattè, Franco Tramontin, Giancarlo Cunial, Giovanni Porcellato, Lorena Gava , Mirko Paolini, ha valutato i 101 artisti finalisti delle diverse sezioni (63 per la pittura, 23 per la scultura, 6 fotografia, 9 grafica), con 200 opere in esposizione fino al 24 giugno in diverse sedi del centro storico (Museo Civico, Chiesa dei SS. Pietro e Paolo, Teatro Eleonora Duse, Torre Reata, Municipio e Giardino Malipiero) e alla Fondazione Fornace dell’Innovazione.

I vincitori sono:

-- per la pittura (premio 4.000 euro): Gianfranco La Rosa (Villorba, Tv) con l’opera: Venezia, Ca' D'Oro, olio, acrilico e carboncino su tela 100 x 70, 2011, con la motivazione: per la capacità tecnica sostenuta dalla scelta di un soggetto tradizionale rivisitato in chiave informale con soluzioni cromatiche nuove.

-­‐ per la scultura (premio 5.000 euro) a pari merito:
Andrea Clementi (Vicenza) con l’opera La seduta del Guerriero, corda in canapa, struttura in ferro verniciata, spago, 200x160x150, 2008, con la motivazione: per l'innovativo linguaggio espressivo raggiunto utilizzando elementi poveri.
Maria Cristina Barbon (Treviso) con l’opera Bambini Guerrieri: Combatto il mio destino. Bambina con elmo, Terracotta, 2012. Bambina con armatura, terracotta, 2012, con la motivazione: per il linguaggio innovativo ma nel rispetto della tradizione,apportando un messaggio forte sia dal punto di vista espressivo che contenutistico.

-­‐ per la grafica (2.000 euro): Irene Podgornik (Urbino) con l’opera Lacrime di Ra', Acqueforti, 500x420 mm, 2011, con la motivazione: per l'alto livello qualitativo, le soluzioni tecniche e in particolare gli effetti chiaroscurali creati dalla fitta trama di segni grafici.

-­‐ per la fotografia (1.500 euro): Nicolò Enrico (Roma) con le opere Leggere – 3 , Ricercare – 8, La donna del mare – 4, La ragazza del fiume – 2, stampe ai sali d’argento baritata Ilford Warmtone da pellicola 35 mm 43 x 53 cm, 2011, con la motivazione: particolare cura nella tecnica fotografica sia per quanto concerne l'originalità della composizione che per quanto riguarda la tecnica di stampa.

Inoltre la Giura ha assegnato i seguenti diplomi d’onore:

-­‐ pittura (motivazione: per la capacità tecnica sostenuta dalla scelta di un soggetto tradizionale rivisitato in chiave informale con soluzioni cromatiche nuove): Gentile Gianfranco, Borsoi Daniela, Carradore Vittorio, Sonego Franca (Massimiliana), Meneghin Claudia, Meneguzzo Giovanni, Cunial Riccardo (menzione speciale per il possesso della tecnica dell'acquerello su grandi dimensioni), Brugiolo Paolo, Marin Giuliano, Di Jasio Bianca, Padovan Ilario, Danesi Davide, Sanpaoli Chiara-­‐Anesin Veronica, Tavernaro Mario, Bordanzi Nadia, Prayer Franco, Giotto Loris, Adriana Rigonat;

-­‐ scultura (motivazione: per la resa stilistica e l'originalità dei contenuti espressi): Mione Meri, Taranto Francesca, Manganello Nazzareno, D'Agostini Maurizio Bluer (Viscidi Lorenzo);

-­‐ grafica (motivazione:per l'alto livello qualitativo, le soluzioni tecniche):Marchioni Tiziano; Minotto Raffaele; Patriarca Riccardo Giovanni; Tomasi Lucia; Vettore Cristiano; Vigolo Giuseppe; Salvo Mario;

-­‐ fotografia (motivazione: per la particolare tecnica usata): Repetto Paolo; Balestra Silvio.


Scarica il
volantino con tutte le esposizioni e gli eventi inseriti nel programma della Biennale.

Per ulteriori informazioni : www.biennaleasolo.org